ALTARBOY

Altarboy è una storia di passione e lavoro che nasce nelle cantine dei Parioli, quartiere di Roma, dove due ragazzi di sedici anni passavano i pomeriggi a registrare nastri dei loro mix Hip Hop su un multitraccia per fare i fichi con le ragazze del liceo. Il duo formato da Attilio Tucci e Sergio Picciaredda, infatti entra in sintonia fin dai tempi della scuola elementare. Cresciuti a pane e vinile, infarciti di POP 80, Italo Disco e New Wave, guardavano con interesse al fenomeno dei primi Rave Party culla di quel suono innovativo che arrivava da Londra (Acid House) e da Detroit (Techno), cominciando a chiedersi come si potesse fare una musica così semplice e nello stesso tempo così moderna e piena di suono. Capirono così, presto,  che l’Atari non era solo una consolle per pigri nerd che mangiavano tegolini e giocavano a Ghostbusters ma si prestava, adottando il nuovo sistema MIDI, ad essere uno degli strumenti che avrebbero rivoluzionato il metodo di composizione e arrangiamento nella musica  soprattutto elettronica. Così comprarono i primi synth analogici le prime Drum Machine e sincronizzandole tra loro cominciarono a comporre in House.

 

Hanno realizzato le prime produzioni negli anni 90 e hanno cominciato a girare come DJ nei club più importanti d’Italia. Le loro produzioni, rigorosamente su vinile prima e dopo l’avvento del digital Download, si possono tuttora trovare nei migliori store di tutto il mondo da Tecnique-Tokyo, Hardwax-Berlino, Techno import-Parigi, Amoeba Music-Los Angeles, Phonica-Londra, Remix-Roma, Serendeepity-Milano, Disco più-Rimini. Dopo una pausa dove le loro carriere come producer Dj e compositori hanno viaggiato in parallelo, nel 2010 si incontrano al Forum Music Village Studio di Roma e decidono di fondare Wonder Wet Records, label discografica indipendente e di dare vita al progetto discografico Altarboy. Si esibiscono per quattro anni in back to back come resident DJ del Vicious Club ad Alchemy, il sabato in assoluto più alternativo della capitale, proponendo i loro set come i loro live di elettronica anche nelle più importanti gallerie d’arte nazionali. Nel 2016 dopo aver calcato per anni la scena underground, cominciano a lavorare a Way Beyond il loro primo album di pop elettronico dalle atmosfere dream che guardano con interesse al film scoring. 

VIDEO

RELEASES